Cerca nel blog o nel web o nei siti della PacotVideo

sabato 25 dicembre 2010

Notizie da Londra - Settimana dal 20 al 26 Dicembre 2010

Chiamata anche ‘High Street Ken’ era la sede di una chiesa medievale dimenticata per secoli e ricostruita nel 1700.
Per diversi decenni era unposto poco salubre e sempre intasato dal traffico.
Nel 1860 la strada fu allargata, gli edifici peggiori demoliti e aperta la stazione della metropolitana.
Questo porto’ all’apertura di diversi negozi.
All’inizio del 1900 aprirono tre grossi stores: Barkers, Pontings e Derry & Toms comprati poi in seguito tutti da Barkers.
er anni dominarono Kensington High Street. Aquistati nel 1957 da House of Fraser, ora sono tutti chiusi e i palazzoni in stile Art Deco affittati a diverse catene.

Il fascino di Londra dall'alto, di notte, dal finestrino dell'aereo... e' impressionante.
Quando l'areo si alza in volo dall'aeroporto di Heathrow, si puo' ammirare (e per certi versi “gustare”) le geometrie sinuose che le luci nelle strade disegnano davanti ai nostri occhi. Luci ferme e luci che si muovono e poi enormi “buchi neri”: quelli sono i “parchi”.
Se di giorno i parchi a Londra sembrano tanti, tantissimi, di notte sembrano infiniti.

Se state progettando delle vacanze a Londra non avete che l’imbarazzo della scelta su dove poter alloggiare: la grande capitale del Regno Unito ha una rete di ospitalità vastissima, e non potrebbe essere altrimenti dato il suo enorme afflusso turistico.
Londra è una città ricca di divertimenti, e non sono in pochi a voler pernottare per pochi giorni solo per godere della sua sfrenata vita notturna, che nei giorni festivi si concentra soprattutto in Piccadilly Circus.
C’è chi invece viaggia con scopi prettamente turistici, per visitare le sue numerose attrazioni e i musei, la maggior parte dei quali a ingresso gratuito.
E molti invece, soprattutto italiani, vi si recano per cercare lavoro, nonostante non sia proprio un’impresa facile di questi tempi.
E, per spendere poco durante la permanenza, alloggiano spesso negli ostelli.

Non sarà il primo nel suo genere ma è certamente il più simile a quelli "per umani". Lily's Kitchen, il nuovo ristorante per cani appena aperto a Londra in Pimlico Road, nel quartiere di Belgravia (metro Hampstead) somiglia infatti molto più a un locale da gambero rosso che a un posto dove si cucina...da cani.

Questa zona é piuttosto centrale e percio’ha attirato numerosi professionisti e persone che lavorano nella City inclusi diversi politici, questo vale soprattutto per le proprietá lungo il Tamigi ma é tradizionalmente una zona dell’inner city con molti quartieri di case popolari alcuni di questi con numerosi problemi sociali.
South Lambeth é diventata negli ultimi anni una zona popolata dalla comunitá portoghese e ci sono numerosi locali e ristoranti portoghesi, mentre Vauxhall ha numerosi locali gay ed é una delle mete principali della comunitá gay londinese.

Si avvicina sempre più il Capodanno 2011, il tempo stringe e molti di voi staranno ancora cercano offerte last minute per l’ultimo dell’anno.
Per chi pensa di andare a Londra per il Capodanno 2011, ricordiamo che bisogna affrettarsi visto che i posti si esauriscono in fretta e i prezzi si alzano.
Anche trovare un hotel a Londra potrebbe essere una cosa non facile, perciò chi ha deciso di passare il Capodanno 2011 nella capitale inglese dovrà affrettarsi.
A Trafalgar Square troverete una folla immensa pronta a festeggiare allo scoccare della mezzanotte.
Fuochi d’artificio, brindisi e un’atmosfera magica che vi coinvolgerà.
Oltre che nel centro di Londra, anche sulle rive del Tamigi si riverserà la maggior parte della gente dove, a mezzanotte, i fuochi d’artificio illumineranno il cielo riflettendo i colori sull’acqua.
Il giorno dopo, non dovete perdervi assolutamente la New Year’s Day Parade che parte dall’Hotel Ritz e arriva di fronte al Big Ben intorno a mezzogiorno.

Certo, la sua fama nel nostro paese non è paragonabile a mostri sacri del calibro di Berengo Gardin o Francesco Zizola.
Fatto sta che Jason Hawkes, dal ‘91 ad oggi, ha pubblicato migliaia di foto in più di 35 raccolte.
Il suo lavoro merita un elogio ed un’ampia eco.
Un’esempio?
Gli spettacolari scatti di una Londra vista dall’alto: eccovi serviti!

Due giorni certo non bastano per conoscere Londra, però per farsi un’idea del London Style e per vedere le principali attrazioni della City assolutamente sì.
Se a questo aggiungete un volo low cost, il compleanno di un’amica e una simpaticissima compagnia…allora il cocktail per uno splendido week end è assicurato! Posso dare poche indicazioni pratiche su Londra, ma la mia permanenza è stata così breve e intensa che per ottimizzare i tempi poco è stato lasciato al caso.

E' la nuova Brick Lane.
A Deptford, oltre Greenwich, hanno trovato rifugio artisti e gallerie in fuga dal costoso East End.

“L’attraversamento pedonale piu’ famoso al mondo, quello di Abbey Road a Londra, immortalato sulla copertina dell’omonimo album dei Beatles, e’ stato classificato come ‘Grade II’, ovvero come luogo protetto da English Heritage, l’ente che si occupa di preservare i patrimoni architettonici del Regno.
E’ la prima volta che un semplice tratto di strada entra a far parte della prestigiosa categoria, che comprende edifici di particolare interesse architettonico o storico” come rende noto l’Ansa.

Londra natalizia tra shopping e mostre d’arte
A dicembre Londra è al culmine del suo splendore grazie ai grandi negozi aperti tutto il giorno, in vista anche dei saldi che inizieranno il 26 dicembre.
La metropoli britannica è tutto uno sfavillare di vetrine e di luminarie spettacolari.
Il periodo natalizio offre inoltre mostre irripetibili.

Successo per il via alle svendite nonostante lo sciopero della «underground»,
Code e ressa nei negozi e nei grandi magazzini della capitale britannica per i supersconti del «Boxing Day».
Il blocco della «undergound» non ha impedito che una grande folla si riversasse nelle strade dello shopping, da Oxford Street a Regent Street, da New e Old Bond Street a Piccadilly.
Ci sono state lunghe code fuori dai negozi dei marchi più importanti e agli ingressi dei «department store» come Harrdos, Selfridges, Debenhams, Marks&Spencer

domenica 19 dicembre 2010

Notizie da Londra - Settimana dal 13 al 19 Dicembre 2010

Addio smog nel centro di Londra.
Perché il futuro della mobilità a idrogeno nella capitale britannica è vicino.
Anzi è sabato prossimo: il 18 dicembre prenderà, infatti, servizio il primo di otto bus equipaggiati con celle a combustibile.
Ma è solo l’inizio di un piano molto ambizioso.
Che porta la firma del sindaco Boris Johnson

Le decorazioni natalizie di quest’anno sono abbastanza deludenti perche’ sono in gran parte le stesse dell’anno scorso in particolare gli ombrellini di Oxford Street.
Anche la cerimonia di apertura delle luci di Oxford Street il mese scorso e’ stata piuttosto umile rispetto agli anni precedenti.
Devono essere i segni della crisi.
Le luci di Regent’s Street sono in parte quelle dell’anno scorso con un tocco di “Le Cronache di Narnia”.
South Molton Street e la zona intorno a Leicester Square ha praticamente le stesse luci dell’anno scorso.
Carnaby Street ha un tema spaziale con astronauti e pianeti.

Alessandra Masolini è fondatrice e direttrice di SharpCut - Visual Arts Project.
Si occupa della promozione dell'arte e della cultura italiane in Gran Bretagna e coordina progetti d'arte contemporanea per manifestazioni internazionali, tra cui le Olimpiadi di Londra 2012 e l'Expo di Milano 2015.
Dal 2007, vive a Londra, dove si occupa anche di management di eventi e public relations per clienti privati ed aziendali.
In Italia, ha lavorato presso Enterprise Digital Architects e Club Culture Booking Agency.

Non esiste periodo migliore di Natale e gli inizi di Gennaio per visitare la capitale inglese.
Addobbi, shopping, saldi, neve e clima natalizio fanno da contorno e arricchiscono la bellissima città di Londra.
In quanto a servizi, monumenti e divertimenti la City non ha nulla da invidiare a nessuno, il problema è che davanti un tale quantità di linee della metro, eventi e luoghi da visitare un povero turista può trovarsi spaesato, ovviamente, a meno che non sia in possesso di un terminale Android!
Per questo vi proponiamo una serie di applicazioni per facilitare il vostro soggiorno oltre la Manica.

Prostitute, ubriaconi, artisti squattrinati e gente di malaffare.
Tutto questo era Soho a metà del 1800.
Oggi, invece, il quartiere è diventato la zona più trendy di Londra.
Qui, non si viene per vedere monumenti (pochi e molto distanti tra loro), ma per vivere il nightlife, le vie dello shopping e gli spettacoli dei teatri off.

Ma cosa, più delle immagini, può essere usato per descrivere una settimana lontani da casa, in una delle capitali più affascinanti del mondo?

Quando si tratta di fare festa, Londra è sempre la scelta giusta.
Chi decide di trascorrere Natale e Capodanno nella capitale britannica sicuramente non rimarrà deluso.
I fuochi d’artificio sul Tamigi, solcato da imbarcazioni illuminate, festa nelle strade e nelle piazze, discoteche debordanti e molto altro, dopo i magici 12 rintocchi del Big Ben.
Per godervi lo spettacolo ricordate di affrettare il passo e di appostarvi per tempo sulle rive del Tamigi, con vista su London Bridge e London Eye.
A una certa ora infatti scatta la ressa (le stazioni di Westminster, St James’s Park ed Embankment, sulla Circle Line, sono chiuse dalle 21 proprio per evitare ammassamenti!).

Ecco qualche consiglio o meglio qualche nome di pub in centro a Londra dove pagherete una pinta di birra anche meno di 3 sterline.
Non levatevi gli occhiali per pulire le lenti, avete visto bene ho proprio scritto meno di 3 sterline.
Come si sa Londra è una delle cittá piú care del mondo ma quando si parla di birra gli inglesi non ne vogliono sapere: buona a fiumi ed a poco prezzo.
Tutti questi pub sono in centro perció, indipendentemente dall’ostello Londra dove dormirete, potere facilmente raggiungerli in poche fermate di bus o metropolitana.

Imbiancata di neve e con temperature sotto zero (stanotte si prevede -5), Londra oggi può far pensare alla Siberia.
Ma una differenza è che in Siberia non si spaventano per la neve e il gelo.
A Londra sono bastate due spanne di neve (non due metri) e qualche grado sotto zero per paralizzare i trasporti, soprattutto quelli aerei, facendo chiudere i cinque aeroporti internazionali della capitale per quasi tutto il giorno, oggi, e forse anche per parte della giornata, domani, dopo che già ieri Heathrow presentava scene che facevano pensare alla ritirata di Napoleone in Russia piuttosto che al più moderno aeroporto d’Europa.

domenica 12 dicembre 2010

Notizie da Londra - Settimana dal 6 al 12 Dicembre 2010

London School of Economics, City, Boodle’s Club di Saint James Street: le istituzioni che non perdono il loro ruolo.
Come il caos finanziario ha rimescolato il mondo degli affari


Londra è una delle mete più gettonate da chi vuole trascorrere il Capodanno 2011 e il motivo è semplice: tanti eventi e il fascino di una città dove subito dopo Natale iniziano i saldi che permettono agli italiani, nonostante la crisi, di spendere per portarsi a casa ciò che in patria non trovano.

Il nome Little Venice, vale a dire Piccola Venezia fu coniato da Robert Browning, poeta e drammaturgo britannico di epoca vittoriana.
Questo romantico luogo coincide col punto di Londra in cui il ramo del Grand Union Canal verso Paddington incontra il Regent’s Canal, ossia l’intera area a sud di Maida Vale.
Ai tempi dell’apertura del Grand Union Canal, ossia nel 1820, questa zona era un quartiere bohemien frequentato da artisti, scrittori e prostitute.
Oggi Little Venice invece è uno dei quartieri residenziali più esclusivi di Londra, il che significa che ha avuto la stessa evoluzione di altri quartieri londinesi come il celebre Notting Hill.

La zona del postcode E10 che si trova nel borough di Waltham Forest .
Zona a nord est di Londra, molto multietnica e con un passato povero, negli ultimi 10 anni molte dei quartieri di case popolari sono stati demoliti ma rimane ancora il quartiere di Beaumont road che é ritenuto essere il quinto quartiere piú povero del Regno Unito, ma dovrebbe essere completamente demolito nei prossimi anni.
La maggioranza degli abitanti di Leyton è di origini non europee e l’eta’ media e’ di 31 anni in parte perche’ ci sono molte famiglie di immigrati con tanti bambini e in parte perche’ i prezzi economici della zona attirano i giovani nei primissimi anni di carriera.

Sono le 6.30 di mattina del 6 dicembre in quel di Londra e alcuni ragazzi del branco di Jacob Black, sfidando il freddo e tenendo al guinzaglio un vero branco di lupi si preparano a consegnare le prime copie di DVD ai negozi di Londra poco prima dell’uscita di ‘Eclipse’.


Londra è circondata da bellissime città, castelli, siti archeologici di fama mondiale ... Windsor, Oxford, Canterbury, Leeds, Stratford upon Avon, Bath, Salisbury, Winchester, Stonehenge, Avebury, Glastonbury, giusto per ricordarne alcune, sono tutte splendide località raggiungibili con un viaggio di poche ore da Londra. Amo Londra perchè per l'ennesima volta, nonostante la leggenda voglia che sia la città della pioggia, ed i tiggì strillassero da giorni di temperature polari e bufere di neve, mi ha accolto con una bellissima giornata di sole e cielo turchino. Con l’inizio del periodo che precede il Natale, quindi all’incirca dal primo dicembre alcuni dei mercati londinesi diventano ancora piú affascinanti, addobati di meravigliose luci e decorazioni e arricchiti da nuovi stand che in genere si uniscono al mercato solo durante questo periodo. Pupazzi di neve, pacchetti regalo, un mare di luci, Natale è tutto questo. Una festa dedicata soprattutto ai bambini, che è anche capace di far ridiventare piccoli i grandi: le iniziative dedicate a tutta la famiglia invadono Londra più che mai. L’indimenticato bidello aquilano scomparso pochi mesi prima del terremoto che ha devastato L’Aquila, diventato famoso in tutta Italia grazie ai leggendari scherzi telefonici, su tutti quello della “lavatrice”, ha ufficialmente superato i confini nazionali. Moltissimi italiani di Londra, emigrati o di passaggio, hanno infatti “esportato” il grande Mario nella capitale inglese, permettendogli così una sorta di consacrazione internazionale. A chi volesse trascorrere un week-end a Londra durante il periodo natalizio consiglio di non perdere assolutamente Winter Wonderland di Hyde Park, evento organizzato ogni anno nel parco più grande della capitale.
Altro evento di rilievo è la mostra tutta dedicata a Paul Gauguin che si tiene presso la Tate Modern, a Bankside.

domenica 5 dicembre 2010

Notizie da Londra - Settimana dal 29 Novembre al 5 Dicembre 2010

Nella capitale inglese la parola "Natale" viene sostituita da generici riferimenti alla "White season".
E le luminarie per le strade si ispirano ai blockbuster nelle sale.
Basta distrarsi un attimo e il Natale, a Londra, non c’è più.
Inghiottito dal politically correct.
Fagocitato dall’urgenza di non offendere una società sempre più multiculturale.
Così a Londra la parola Christmas sparisce dagli auguri, Gesù bambino, bue e asinello, sono figure remote, che i bambini neppure riconoscono, e le feste natalizie hanno un altro nome: “Winter Festival”, “White Season”

Più di 5 mila modelli esposti, oltre 120 griffe tra le più prestigiose, 35 mila metri quadrati.
Numeri che fanno girare la testa e impazzire le “shoe-victim”.
Non state sognando, il 23 settembre è stato inaugurato al secondo piano dei grandi magazzini Selfridges a Oxford Street un mega store di sole scarpe che ha già battuto tutti i record.
Sei gallerie e undici fantastiche boutique, un ristorante e addirittura un giardino.
Consiglio: prendetevi una paio di giorni liberi per non rischiare di perdervi qualche modello!

Solo in Gran Bretagna si spenderanno in 24 ore circa 620 milioni di euro.
Gli articoli più gettonati sono quelli tecnologici e i videogiochi.
I motivi per cui si sceglie il web: evitare le code e il freddo, la scelta più ampia e la possibilità di risparmiare

Chi non ha mai desiderato in vita sua di andare avanti nel tempo, centinaia, migliaia di anni solo per vedere come sarà il mondo.
L’evento si chiama Postcards From The Future e rientra all’interno del progetto London Futures come attrazione principale insieme ad altre manifestazioni tutte incentrate sul futuro condizionato dai cambiamenti climatici.
Il tutto si svolgerà fino al 6 marzo 2011 nel Museum of London.

Di questi tempi si parla molto di giovani che, data la mancanza di sbocchi lavorativi in Italia, prendono la decisione di andar a cercar fortuna all’estero.
Ne cercavate uno?
Beh é il vostro giorno fortunato lo avete trovato.

“Cape Town Fish Market”, si trova in Argyll Street (una parallela di Regent Street, nei pressi dei grandi magazzini “Liberty”) ed è un ristorante-sushi bar dove vi potete sedere ai tavoli ed ordinare oppure sedervi al bancone dove potete voi stessi prendere i piatti da un nastro che gira e sul quale vengono posati deliziose porzioni di sushi freschissime ed appena preparate.

Londra ha un’atmosfera davvero speciale per tutti gli innamorati: portate la vostra metà ai famosi magazzini Harrod’s decorati a festa: essi li vedete apparire in uno dei quartieri più belli di Londra!
Specie nel periodo natalizio, questa città diventa meravigliosa: luci colorate e alberi di Natale decorati.
I fuochi d’artificio partono a mezzanotte dal London Eye! Quale è la posizione migliore per lo show pirotecnico?
Proprio di fronte alla ruota panoramica, dal Westminster Bridge all’Embankment, ma non superate il Waterloo Bridge.
Per un quarto d’ora Londra viene illuminato a giorno da colori di tutte le sfumature, e mille giochi che si specchiano nell’acqua e poi sui monumenti.
Potete tranquillamente baciare il vostro partner: sarà un’emozione indimenticabile!!!

Il mercato immobiliare britannico, dopo un mini-balzo nella prima metà dell'anno, è tornato a battere la fiacca.
Anzi, a dire il vero, dall'estate di quest'anno, è in netto declino.
Con una eccezione: il centro di Londra, dove gli stranieri ricchi, a ondate intermittenti, continuano a comprare.

Dopo lo scandalo il Governo britannico ha ridotto drasticamente i rimborsi per i deputati: dai 113 milioni del 2009 sono passati a 3,5 milioni in 4 mesi.
Ma la camera ha presentato una mozione per ripristinare gli antichi privilegi

Per 186 anni è stato il produttore di dolciumi preferito degli inglesi, tanto da ispirare il grande scrittore per l'infanzia britannico Roald Dahl che, nel 1964, pubblicò uno dei suoi libri più noti: Charlie and the Chocolate Factory (La fabbrica di cioccolato).
Eppure, dal 20 gennaio scorso, il marchio Cadbury è passato in mani svizzere e americane.
Ad acquistare lo storico produttore di cioccolato made in UK è stato infatti il colosso dell'alimentare Kraft

domenica 28 novembre 2010

Notizie da Londra - Settimana dal 22 al 28 Novembre 2010

Londra capitale dello shopping?
Non è una novità, è risaputo che oltre alle bellezze mozzafiato come il Big Ben, Tower Bridge e Buckingham Palace è apprezzatissima anche per i negozi fashion.

E a Londra è molto facile fare acquisti cheap stando al passo con la moda dell’ultimo momento.
Per voi quindi un promemoria di alcuni dei fantastici negozi dove concludere ottimi affari.
Ecco una piccola ma efficace guida per sapersi muovere tra i negozi della capitale del Regno Unito e scoprire mete ad hoc per il vostro gusto e il vostro portafoglio.

Eventi
Taste of Christmas ExCel, dal 3 al 5 dicembre 2010
reenwich Christmas Market, Greenwich High Road, dal 24 novembre al 24 dicembre
Bright Lights of London tour Londra, dal 15 novembre al 5 gennaio
Spettacoli
The Night Before Christmas, Ambassadors Theatre, dal 7 al 24 dicembre 2010

Avete presente il Big Ben, la grande torre con l’orologio simbolo di Londra?
Se siete riusciti a visitarlo in passato potete ritenervi fortunati, dato che presto vedere da vicino la torre del Parlamento inglese vi costerà qualche sterlina.
Vi starete chiedendo il motivo di questo tipo di iniziativa, e la risposta è presto data: gli introiti del governo centrale inglese devono aumentare, e cosa c’è di meglio che sfruttare l’immensa affluenza di turisti in visita alla città per rimpinguare le entrate di Westminster?

Si trova nel centro di Londra, in Hide Park, in mezzo agli alberi.
E’ stato realizzato, pensate, nel 1880 e nel 1915 era già pieno.
Le famiglie benestanti della città avevano portato lì i loro animali più cari, dedicando loro anche lunghe iscrizioni sulle lapidi.
Attualmente il cimitero è recintato e non accessibile al pubblico.

Un percorso nel cuore della grande metropoli inglese per scoprire l’anima
autenticamente british.

E' un prontuario che intende salvaguardare i pub che conservano ancora interni storici, alcuni dei quali veramente bellissimi.
La selezione comprende circa 150 public house sui 5.500 che Londra conta, divisi per quartieri, con tanto di mappina e ricchissimo corredo fotografico.

Ci sono voluti duemila anni, ma ne è sicuramente valsa la pena.
È in arrivo in duemila esemplari da non farsi scappare, pena la gravidanza: si tratta del Papacondom, il preservativo papale.
Per fare sesso, finalmente, con la benedizione della Chiesa Cattolica.
Chi si trova a Londra può correre a comprare il nuovo gadget, prodotto dalla Condoomfabriek, prima che le scorte si esauriscano.
Oppure cercarlo su eBay.
Sulla bustina bianca di alluminio che avvolge il preservativo, invece delle solite noiose avvertenze, si può ammirare la figura di Papa Ratzinger che, mani alzate rivolte al cielo in segno di benedizione, ricorda “Avevo detto no!”

domenica 21 novembre 2010

Notizie da Londra - Settimana dal 15 al 21 Novembre 2010

Il Natale si avvicina a grandi passi, e già l'ansia da regalo si fa sentire.
Allora, la cosa migliore è iniziare con largo anticipo, facendo un giro nei luoghi più adatti allo shopping natalizio, anche solo per farsi un'idea.
Londra, come tutte le grandi città, possiede quartieri in cui si concentrano maggiormente i negozi ed Oxford Street è il primo luogo che viene in mente.
Si trovano monomarca dei migliori brand internazionali, grandi magazzini (tra cui il famoso Selfridges) e negozietti con merce a prezzo contenuto, andando su e giù di certo si troverà un regalo adatto.

Il Capodanno a Londra ha un’atmosfera davvero speciale: sotto il periodo natalizio la città è meravigliosa, piena di luci colorate e di alberi di Natale decorati.
I famosi magazzini Harrod’s, che sorgono in uno dei quartieri più cool di Londra, sono uno spettacolo da vedere: sembra quasi di essere all’interno di un parco giochi.
Ma il momento migliore è l’ultima sera dell’anno, quando si può decidere se assistere ai fuochi d’artificio sul Tamigi o se fare il countdown a Trafalgar Square con i rintocchi del Big Ben.

Londra è la città ideale dove trascorrere il ponte dell'Immacolata: si respira un'atmosfera completamente natalizia, le vetrine sono addobbate, fa freddo e si possono fare acquisti utili in vista del Natale.
Oxford Street si veste a festa e gli oltre 300 negozi e grandi magazzini permettono di fare shopping facendo comunque attenzione al portafogli visto che il cambio sterlina-euro potrebbe non essere così vantaggioso.
Se amate la moda firmata non potete non prevedere una capatina a Bond Street mentre se amate le cose eccentriche e originali Coven Garden è la zona adatta a voi.
Abbigliamento, pelletteria e cibo si acquistano da Harrod's mentre si acquista roba usata a Portobello, il mercatino di Notting Hill dove si trova pressochè di tutto a prezzi irrisori.

Tra le metropoli europee, la capitale inglese è la più indicata per trascorrere il periodo tra Natale e Capodanno.
O magari anche per una sola giornata di shopping. Le idee.

In cima alla Top 5 delle città europee più gettonate dai viaggiatori per i migliori affari svetta Londra, con il 56% dei voti, seguita ad ampia distanza da Roma.
Con l’80% dei voti Londra conquista il podio nella Top 5 delle città europee con i negozi più trendy.

Tocchera' al principe Carlo, con un contributo da parte della regina Elisabetta, pagare per la cerimonia ed il ricevimento nuziale del figlio William e della sua fidanzata Kate.
Lo rivela oggi il Daily Mail sottolineando tuttavia che ad addossarsi i costi della sicurezza per le nozze - che potrebbero arrivare a 20 milioni di sterline, pari a piu' di 23 milioni di euro - saranno invece i contribuenti.

Fra le molte gare in programma, Londra ospitera' i fratelli Chris e Karl King che proveranno a percorrere nel minor tempo possibile tutte le stazioni della metropolitana della citta'.
L'illusionista Merlin Cadogan terra' il respiro per piu' di due minuti per riuscire a fare il piu' lungo gioco di prestigio sott'acqua.
Sempre a Londra lo special guest sara' il cinquantaseienne americano Ashrita Furman, l'uomo che detiene il maggior numero di records contemporaneamente: attualmente sono 121, dal maggior numero di T-shirts strappate in un minuto, alla distanza piu' lunga percorsa saltando sott'acqua. Intratterra' il pubblico londinese con alcuni dei suoi records piu' spettacolari e provera' a stabilire il nuovo record della passeggiata con le scarpe piu' pesanti (150 kg l'una).

Combinando più foto insieme immagini complessive di una città davvero sensazionali. Questa volta è il turno di Londra 80 Gigapixel, mega foto (nuovo record mondiale) panoramica a 360° della City realizzata da Jeffrey Martin, fotografo e fondatore del sito 360Cities.net, che per tre giorni è rimasto in cima Centre Point a controllare gli scatti.
La foto di Londra 80 ad altissima risoluzione riunisce la bellezza di 7886 immagini singole ad alta risoluzione che permettono ingrandimenti esagerati e la visualizzazione di particolari minuti. Si vedono i monumenti, le case, le finestre, i volti delle persone in strada.

Perchè un conto è vedere Londra in estate, un altro è trascorrerci le feste natalizie in un’atmosfera tipicamente inglese: a dare il via ai festeggiamenti è sempre Oxford Street, che per prima mette in scena le sue spettacolari luminarie natalizie, segnando l’inizio della stagione natalizia, ma anche Covent Garden, Regent Street e Carnaby non sono da meno.

Sono uno dei simboli di Londra, icona british celebre tanto quanto il Big Ben.
Non solo: i caratteristici taxi inglesi, nati negli anni 50 e più noti oltremanica come «black cab», sarebbero addirittura i migliori del mondo, secondo i viaggiatori internazionali intervistati da un sito web di turismo del gruppo Expedia. Ma, sorpresa, sono più cari di quelli romani.

Harry Potter è ambientato in una Gran Bretagna dei giorni nostri, ma con sfondi di edifici storici, imponenti e drammatici, ed allora sono nati molti tour turistici che vanno a toccare i luoghi di ripresa delle scene principali dei vari film della saga.
Se quindi avrete nostalgia di Harry Potter, anche dopo la visione dell'ultimo film da oggi proiettato nelle sale, “Harry Potter e i doni della morte”, allora potrete regalarvi una vacanza in Inghilterra e vedere dal vivo qualcuno dei tanti luoghi che hanno caratterizzato le riprese dei vari film di Harry Potter!
Hogwarts School
Gran parte dell'azione dei libri e dei film di Harry Potter si svolge presso la Hogwarts School la scuola di Magia e Stregoneria
Università di Oxford
Molte scene della scuola sono invece state girate in gran parte nella Oxford University compreso il Christ Church College, uno dei college più belli di Oxford, dove ancora prevale una Università di antiche tradizioni.
Lacock
Situato a breve distanza da Bath è il tranquillo villaggio di Lacock.
Fa parte del National Trust, dove le strade verde e silenziosi, fiancheggiate da case sdel edicesimo secolo, sono state utilizzate come scenografie nel film campione d'incassi.

E' la più famosa delle piste di ghiaccio temporanee che tappezzano Londra durante l'inverno.
E' la Somerset House Ice Rink, che dal 2000, anno della sua prima apparizione, ha visto pattinare sul suo ghiaccio 1 milione di persone, anche per la splendida cornice della Somerset House, edificio neoclassico, ma di origini ancor più antiche e rigorosamente tudoriane, splendidamente collocato tra la Strand e il Tamigi.
Ecco le immagini dell'inaugurazione di quest'anno, con tanto di storica campionessa mondiale e olimpica di pattinaggio artistico Jayne Torvill.
La pista rimarrà attiva fino al 23 gennaio

domenica 14 novembre 2010

Notizie da Londra - Settimana dal 8 al 14 Novembre 2010

“Mind the gap”. Già avete capito dove siamo, vero?
Siamo in una delle 270 stazioni della metropolitana.
In una di quelle stazioni affollate dove ogni sociologo dovrebbe passare per studiare i comportamenti del genere umano.
E si, perché qui ogni stazione è un piccolo mondo.
Un piccolo mondo nel quale i Londinesi passano parte della loro vita, in nessuna altra parte del mondo, infatti, la metropolitana ha una dimensione così “sociale” come a Londra.

Trafalgar Square può essere definita come uno di quei punti di incontro che ogni grande città ha, anche se in realtà viene utilizzata sopratutto durante manifestazioni politiche o feste popolari.
Se qualcosa di importante succede a Londra, state pur certi che la gente si riunirà a Trafalgar Square.
In piazza Trafalgar sorge la colonna di Nelson, in onore dell’ammiraglio che sconfisse Napoleone.
La piazza non richiede particolari sforzi per essere trovata, tant’è che la maggior parte dei turisti vi ci arriva quasi senza volerlo e volendo o no, visitando la città ci si ritrova spesso a camminarci sopra: quasi tutte le strade portano qui.

I nostri amici animali, oltre a essere diventati un elemento importante della famiglia e molte volte accuditi con un occhio di riguardo in più rispetto agli umani, spesso vengono viziati oltre dovuto, magari con qualcosa che a loro non piace neanche (penso, per esempio, a degli inguardabili indumenti e accessori).
L'ultima novità che arriva da Londra, però, non potrà che fargli piacere.
In Pimlico Road, ha infatti aperto il Lily's Kitchen Diner, un ristorante gourmet dedicato a cani e gatti, con un menu studiato appositamente per loro.

Una funivia sul Tamigi verrà costruita a Londra in occasione delle Olimpiadi della capitale inglese del 2012.
Le sedi deputate ad ospitare le competizioni sportive si trovano in due angoli opposti della città, a Greenwich e ai Royal Docks.
Per facilitare lo spostamento dei turisti da una parte all’altra, si sta pensando di creare una funivia per il trasporto persone.
In totale dovrebbero esserci 34 cabine da 10 posti ciascuno, per un totale di 2500 passeggeri all’ora.

L'atmosfera natalizia è alle porte, la voglia di neve e di caldi guanti si fa sentire sempre più prepotentemente.
Ecco che Londra si prepara ad accogliere alberi di Natale e pacchetti regalo, sparpagliando ovunque piste da ghiaccio, uno dei simboli più caratteristici delle prossime festività.

La prossima volta che andate a Londra soffermatevi ad ammirare il fiume Tamigi, le sue acque e la sua fauna sorridente.
Il grande corso d’acqua, simbolo non alcolico dell’Inghilterra, è stato infatti insignito di un importante riconoscimento ambientale essendo passato dalla morte biologica dichiarata negli anni ‘50 alla ridente vitalità odierna.

Strana politica quella della città di Londra.
Da un lato è stato introdotto un sistema di pagamento per l’accesso al centro delle aut (piuttosto costoso), dall’altro è in atto una politica di rimozione dei semafori per favorire una migliore fluidificazione del traffico.
Secondo un articolo del London Evening Standard, infatti, non solo stanno per essere rimossi molti semafori, ma in 6.000 casi verranno addirittura rifasati al fine di ridurre il tempo di attraversamento: solo 6 secondi per il “green ma”, solo 6 secondi per attraversare.
Periodo estremamente ridotto, soprattutto per anziani e bambini.

domenica 7 novembre 2010

Notizie da Londra - Settimana dal 1 al 7 Novembre 2010

Se siete passati da Londra, soprattutto a Shoreditch, potreste aver notato i lavori su strada di Ronzo.
Non passano inosservati i suoi mostri sdentati, sia in forma di piccole sculture che di sticker e manifesti.
Ronzo è uno street artist originario di Monaco di Baviera, arrivato a Londra dieci anni fa.

Cameron assume un fotografo personale e a Londra esplode la polemica.
Un contratto da 35mila sterline l'anno, creato ad hoc per farsi immortalare tra casa e Downing street. Il caso arriva alla Camera.

Nel pieno centro della metropoli britannica, a Golden Square, a due passi da Piccadilly Circus, è stata improvvisata una battaglia di pomodori proprio come la Tomatina de Buñol che si tiene ogni anno a fine estate nella cittadina spagnola vicina a Valencia.
Un vero e proprio flash mob a cui hanno partecipato 200 persone che si sono lanciate 25.000 pomodori belli maturi e lattine di conserva

L’offerta turistica di Roma Capitale torna a Londra e lo fa con un “accompagnatore” d’eccezione, Michelangelo Buonarroti.
Roma Capitale parteciperà infatti al World Travel Market, la fiera internazionale del turismo, da sempre vetrina di grande importanza per l’offerta turistica.
In quell’occasione presenterà le novità dell’offerta turistica della Capitale.

I paesaggi e le meraviglie d’Abruzzo sbarcano a Londra grazie alle pagine della nuova guida “Abruzzo” del consorzio A-Tour e alle immagini del film “The American”.
A promuovere l’Abruzzo alla fiera internazionale World Travel Market di Londra, dall’8 all’11 novembre, sarà infatti una collaborazione tra il consorzio regionale turistico A-Tour – promosso da Confcooperative Abruzzo – e la major americana Nbc Universal, produttrice del film “The American” con il supporto dell’Azienda di promozione turistica regionale (Aptr) e l’Agenzia nazionale per il Turismo (Enit).

Londra è una capitale impregnata di cultura, che offre ai suoi visitatori innumerevoli luoghi d’interesse, tuttavia insieme ai castelli, palazzi ed altri edifici storici anche i vivaci mercati londinesi meritano di essere inclusi nel vostro itinerario alla scoperta della città.
Questi i mercati descritti nell'articolo:
Mercato di Borough - Mercato di Portobello - Mercato di Spitalfields

domenica 31 ottobre 2010

Notizie da Londra - Settimana dal 25 al 31 Ottobre 2010

Solo cinque mesi fa si è portato via la grande catena di magazzini Harrods con un assegno da un milione e mezzo di sterline. Nel 2008, in piena crisi economica, era stata la vota della Barclays Bank, salvata dalla nazionalizzazione con 2,3 milioni di sterline.
Adesso l’emiro del Qatar, lo sceicco Hamad bin Khalifa al-Thani, è tornato a fare shopping nella capitale britannica, e, assieme alla moglie, ha deciso di accaparrarsi Christie’s, la casa d’aste più antica del mondo.

Una delle strade piu’ famose di Londra grazie alla copertina dell’album dei Beatles chiamato appunto ‘Abbey Road’, e’ diventato un normale souvenir da Londra andare sulla famosa striscia pedonale per farci una foto.
Abbey Road divide la zona benestante di St John’s Wood dalla storicamente meno benestante Kilburn.
Abbey Road fu creata nel 1829 da un sentiero dal nome di Abbey Lane che portava a una fattoria, il nome proviene dalla vicinanza dell’abbazia di Kilburn.
Durante la creazione di St John’s Wood furono costruite molte ville in stile gotico e subito dopo furono costruite una chiesa cristiana e una sinagoga.

Ecco i luoghi dove gustare i migliori panini.
I luoghi sono accorpati in funzione del tipo di panino proposto.
Abbiamo considerato tre tipologie principali: l’hamburger gourmet, quello delle catene o Mid-range burgers (hamburger a prezzo contenuto) e quello proposto in modalità street food.

Oscar Wilde, Alan Turing, Andy Warhol.
Ma anche Michelangelo e Pier Paolo Pasolini.
Tanti sono i gay che hanno fatto la storia della cultura, solo che a volte l’omofobia di cui sono stati vittime è un aspetto trascurato quando questi autori vengono trattati nelle scuole.
Non si sa, oppure si preferisce non dirlo.
Raccontarlo agli alunni, invece, può servire a vincere il pregiudizio.

Heathrow e Gatewick, i due principali aeroporti di Londra, sono stati scansati da quello minore ‘Stansted‘.
Infatti chi decide di volare nella capitale inglese, non può che ibattersi nelle compagnie aeree più in uso in tal senso, ossia Rynair e Easyjet, che tutto l’anno offrono biglietti a meno di 100 euro.
La domanda che viene spontanea è quanto sia conveniente “approdare” a questo aeroporto, vista la sua lontananza dalla città, pari a circa 64 Km.
Tuttavia è doveroso un appunto, infatti l’aeroporto di Stansted è collegato molto bene con Londra, tanto che utilizzando treni, autobus oppure l’autostrada si può arrivare in poco tempo e senza troppo stress, basti pensare che il tempo necessario a percorrere il tragitto è al massimo di un oretta.
In conclusione, ‘Stansted’ può essere nel 99% dei casi, la soluzione giusta per un viaggio tranquillo, molto bello ma soprattutto economico.

Una volta nella vita tutti dovrebbero avventurarsi in un viaggio a Londra per ammirarne le bellezze, i quartieri, i monumenti e restarne incantati.
Per iniziare e rompere il ghiaccio, si può decidere di trascorrere a Londra un week end!
Mettendo per un momento in secondo piano i cosa, è molto utile concentrarsi sui come e perché.

Può sembrare ancora molto presto, ma a Londra i preparativi per le prossime Olimpiadi del 2012 sono frenetici e l'Inghilterra non vuole assolutamente fare brutta figura in occasione di questo evento a dir poco unico. ...

Grande trionfo del made in Italy nei prestigioso Harrods, tempio della tendenza british e non solo.
Da novembre 2010 nella celebre Food Hall del grande magazzino londinese, accanto ai quattro storici Champagne francesi: Moet & Chandon, Veuve Clicquot, Tattinger e Pommery, la quinta colonna d'eccellenza mondiale verra' riservata al Prosecco Bisol, storica casa di Valdobbiadene che produceva vini di pregio gia' nel 1600.

domenica 24 ottobre 2010

Notizie da Londra - Settimana dal 18 al 24 Ottobre 2010

‎Alla capitale britannica spetta un quinto posto conquistato grazie all’impegno e ai progetti green per il futuro ma la città più virtuosa del Regno Unito rimane, per il secondo anno consecutivo, Newcastle, reginetta della riduzione dei rifiuti, della minima impronta ecologica e dell’alta qualità della vita

Funziona più o meno come il travelcard, l'abbonamento che a Londra consente di viaggiare -per un certo periodo- a prezzo ridotto sul metrò e sugli autobus, l'iniziativa London Pass.
Non più biglietti per le singole serate, bensì un vero e proprio abbonamento, dalla durata di un mese, che consente ingressi ad alcuni locali a basso prezzo.
A proporre il London Pass è l'agenzia Club Criminal, nata dall'etichetta indie Criminal Records, specializzata nell'organizzazione di concerti di band alternative in cerca di un contratto.

Il film, London River è un film ambientato nel Luglio 2005 nella capitale britannica subito dopo gli attentati terroristici.
E’ la storia della classica signora “di campagna”, cresciuta tra asini e vigneti, che nel mezzo delle faccende quotidiane viene sconvolta dall’annuncio alla TV degli attacchi terroristici: il suo pensiero va immediatamente alla figlia che vive a Londra, e che cerca di contattare, ma che non riesce a raggiungere poiché il telefono risulta costantemente spento.

‎Quinto posto per il cimitero di Highgate, a Londra.
"Punteggiato di tombe e di strutture in stile gotico - spiega TripAdvisor - il cimitero di Highgate ospita numerose figure di fama mondiale, come quelle del filosofo Karl Marx, dei romanzieri George Eliot e Douglas Adams.
Ma non solo: questo cimitero è stato teatro della nota leggenda del Vampiro di Highgate che circolava negli anni '70.
"Un posto davvero magnifico e di grande impatto.
Ci siamo stati un sabato mattina, in modo da poter visitare sia la parte est che quella ovest del cimitero e ne è valsa davvero la pena", commenta un viaggiatore.

‎Vince 113 milioni di sterline (circa 162 milioni di euro) alla lotteria ma non può riscuotere perché il marito le ha perso il biglietto.
È accaduto a Coventry, dove un'anziana donna ha comprato un biglietto della lotteria, risultato poi vincente.
Solo che il marito, che glielo aveva preso per metterlo al sicuro, in realtà l'ha perso.
Sfumata così per la coppia la possibilità di riscuotere il più alto jackpot della lotteria inglese.

Multata per aver gettato il gatto nel bidone della spazzatura.
È successo in Gran Bretagna, protagonista Maria Bale, 45 anni, di Coventry, ripresa in video mentre accarezza il suo gatto di 4 anni, per poi afferrarlo improvvisamente e scagliarlo nel bidone della spazzatura.
La 45enne dovrà pagare una multa di 250 sterline

Il principe William e la fidanzata Kate Middleton si sposeranno l'estate prossima.
A rivelarlo in esclusiva e' il tabloid Daily Mirror.
Secondo il giornale la data precisa delle nozze verra' annunciata all'inizio del 2011.
Una fonte vicina alla coppia, che sta insieme da piu' di otto anni, ha raccontato: 'William ha realizzato che non puo' continuare a far aspettare Kate. E sa che Kate e' la ragazza giusta per lui'. Luogo delle nozze sara', pare, l'abbazia di Westminster.

Ritorno a Londra dopo 5 anni accompagnando amici alla loro prima esperienza.

La maggior parte di essi vennero dal nord Italia, dalla Toscana e dall’Emilia Romagna.
A quei tempi, un giovane sarebbe stato alle dipendenze di un capo, di solito proveniente dal suo stesso paese, ma che aveva avuto la fortuna di creare un esercizio, solitamente di genere alimentare.
L’obiettivo della maggior parte di questi lavoratori era quello di fare una ‘gavetta’ per poi un giorno avere un esercizio proprio.
Quindi succedeva che mandavano a chiamare familiari e amici dai loro villaggi per iniziare così una nuova vita e, al tempo stesso, contribuendo al successo di imprese italiane nelle citta’ di Londra, Peterborough, Manchester, Liverpool, Edimburgo, Glasgow, Cardiff, etc.
Questo fenomeno è noto come la migrazione a catena.
A Londra, intorno al 1850, Little Italy, con Clerkenwell come epicentro, divenne fulcro della comunità italiana, ai quei tempi grande abbastanza da costruire la propria chiesa - San Pietro (1863), l’unica basilica in Gran Bretagna.

Un hotel di lusso all'ultimo piano dei celebri grandi magazzini Harrods di Londra? presto potrebbe accadere.
Secondo quanto riferito dal Vogue Uk, i nuovi proprietari della struttura stanno valutando questa ipotesi.
Ad acquistare la scorsa estate il complesso, per 1,5 miliardi di sterline, dal miliardario egiziano Mohamed Al Fayed è stata la famiglia reale del Qatar.

Ecco un capodanno da veri intenditori per chi ama la musica jazz, innanzitutto: recatevi a Londra.
Il Dover Street Restaurant & Jazz Bar, nel quartiere di Mayfair, è un bar ristorante con dance floor molto frequentato da celebrità e stelle del cinema, anche per il ricco menu francese e mediterraneo, oltre che per l’ambiente.
La notte di San Silvestro è prevista una cena di gala corredata di sottofondo completamente jazz fino all’alba.

Nella speciale classifica tra le venti più innovative del mondo Londra si classifica al primo posto, con Chicago e Bilbao al secondo e terzo posto.

Lo sostiene il ‘Global City Report’ sul futuro delle città, promosso da Generali Immobiliare Italia Sgr e Scenari Immobiliari.
Un centinaio di città del mondo sono state messe a confronto sotto vari aspetti legati al tema dell’innovazione.

La città più tecnologica è Stoccolma, seguita da Seul e Chicago.
Per innovazione architettonica e come città più eco-sostenibile Toronto, davanti a Londra e Chicago.
Parigi è avanti a tutti nella classifica delle città più innovative a livello culturale, con Berlino e Bilbao a ruota.
Roma e Milano appaiono solo in quest’ultima graduatoria, rispettivamente al decimo e dodicesimo posto.
Il Parco della Musica e i nuovi musei Maxxi e Macro nella Capitale e il nuovo Museo del Novecento del capoluogo lombardo, sono le eccellenze italiane menzionate dal punto di vista dell’innovazione culturale.

A Londra una bestia umana prende a calci il suo cane.
Il popolo del web si indigna ed è caccia all'idiota.

In questo video, girato a Knee Hill Park, vicino Woolwich, nella zona Sud Est di Londra si vede un animale, dalle sembianze umane, che porta al guinzaglio il suo cane. L'idiota all'inizio del video lo si vede correre ed il povero cagnolino, evidentemente stanco, arranca e non riesce a stare al passo del suo aguzzino che lo tiene al guinzaglio. Per tutta risposta il cagnolino riceve una serie di calci e diverse strattonate. L'episodio non solo ha indignato il popolo del web ma anche l'associazione animalista RSPCA che ha lanciato un appello affinchè questo imbecille venga individuato e punito. Per un episodio simile, qualche mese fa, il padrone di un cagnolino è stato costretto a frequentare una comunità terapeutica per gli scatti di rabbia. Ma che colpa hanno queste povere creature per essere maltrattate dai loro "padroni" che spesso si rivelano dei veri e propri aguzzini? Tutti la sognano, tutti ne parlano, tutti la visitano… almeno una volta. La prima scusa è un corso di inglese a Londra, poi una vacanza e in molti se ne innamorano tanto da decidere di viverci per un po’. La lista delle cose da fare e vedere a Londra è davvero infinita. City break nella capitale inglese per uno shopping sfrenato alla scoperta di grandi marchi e negozi alla moda e un pernottamento reale. Weekend di shopping sfrenato nella capitale inglese? E magari ci scappa anche un soggiorno in una residenza nobiliare, fosse persino la dimora di un duca. E’ un bel binomio per un break a Londra, concedendosi il lusso degli acquisti glamour e un pernottamento a stretto contatto con la storia. Londra, nonostante la recessione imperversi ancora, continua ad attirare così tanti turisti che ancora di questi tempi si susseguono inaugurazioni di nuovi alberghi, ristoranti, boutique e gallerie. Il rovescio della medaglia? Può essere scandalosamente costosa (mettiamoci anche che la Sterlina…. Giovanna Dunmall ci aiuta a uscire vivi dalla capitale inglese, pubblicando su Msnbc la lista delle 10 cose da non fare a Londra, ciascuna accompagnata da una valida, alternativa, iniziando da Harrodos, of course. Si è tenuta a Londra la Trafalgar Day Parade. La sfilata celebra la vittoria del 21 ottobre 1805 dell'ammiraglio Nelson. Ogni anno, infatti, i Sea Cadet Corps guidano la Trafalgar Day Parade attraverso Trafalgar Square per celebrare una delle piu' famose vittorie storiche britanniche, quando Lord Nelson sconfisse pesantemente le flotte francesi e spagnole a Cape Trafalgar, vicino al litorale spagnolo. Il corpo dei Cadetti del Mare e' un'organizzazione giovanile di volontari. I cadetti hanno un'eta' compresa fra i 12 e i 18 anni L'annuale celebrazione ha luogo nella piazza in cui e' stata recentemente restaurata la Colonna di Nelson. La situazione economica britannica non è certo rosea e, per certi versi, gli inglesi sono messi peggio di noi. Sommersi da un mare di debiti, non sanno se e quando riusciranno a tornare a una vita normale dopo un decennio da cicale, finanziato dalla moltiplicazione delle carte di credito sfornate a generose condizioni. Eppure, malgrado tutto, nella capitale britannica si continua a respirare un dinamismo ignoto alle altre capitali e città dell'Europa continentale. Per prendere a prestito vocaboli dalla lingua inglese, Londra resta vibrant, full of hype, thriving, continua insomma a essere una fucina di novità. Fulcro cittadino dal punto di vista teatrale è il Barbican Centre. Situato nell’omonimo quartiere – enorme complesso costruito tra gli anni ’50 e gli ’80 che comprende grattacieli, abitazioni e strutture dedicate alle arti come il prestigioso Museum of London – è una gigantesco centro polifunzionale sede di teatri, sale da concerto, cinema, gallerie d’arte, biblioteche, scuole, bar e ristoranti. Chi non ha mai desiderato fare shopping a Londra?
Possiamo dire che sia il sogno di tutti! Londra è una delle capitali mondiali dello shopping, una vera mecca per le fashion victims più irriducibili ma anche per chi è sempre a caccia di oggetti di artigianato o antiquariato rari e introvabili altrove.

domenica 17 ottobre 2010

Notizie da Londra - Settimana dal 11 al 17 Ottobre 2010

Era stato dichiarato clinicamente morto 50 anni fa, oggi invece il Tamigi ospita 125 specie di pesci, tra cui salmoni, trote e sogliole.
Il fiume britannico ha cosi' vinto quest'anno l'International Thiess River Prize, che premia i progetti di rigenerazione dei corsi acquatici.
La competizione, cui hanno partecipato anche il Rio delle Amazzoni e il Fiume Giallo, prevede un premio di 200mila sterline che ora verranno spese in nuovi progetti di rigenerazione che riguardano il fiume.

Spazi urbani: è Londra la città più innovativa del mondo secondo il Global City Report. L'Italia tra le top 20 per la cultura.

Al Royal Festival Hall di Londra, appuntamento il primo grande spettacolo dedicato alla cucina con i più grandi chef mondiali.

Forse state già pensando a come festeggiare questo Capodanno 2011, ma se siete a corto d’idee, vi suggeriamo di andare a Londra. A Londra a Capodanno l’atmosfera è davvero speciale, e la città è tutta da esplorare e da vivere.

Per il Sunday Times, è la mostra dell'anno: 100 opere da tutto il mondo svelano la complessità e la ricchezza poetica del pioniere dell'arte moderna.
Il Sunday Times l’ha già celebrata come mostra dell’anno.
Attesissima, il 30 settembre, l’apertura della rassegna dedicata al maestro francese post-impressionista e pioniere dell’arte moderna, Gauguin: Maker of Myth.

Turisti per Caso
Questa volta siamo io (Jessica) e mia mamma che andiamo a Londra solamente ed unicamente per vedere una mostra fotografica di una nostra amica.

Il 23 settembre, il rinomato magazzino Selfridges, in una delle strade più trendy dello shopping londinese, Oxford Street, ha inaugurato la sua "Shoe Galleries", un intero piano dedicato esclusivamente al mondo delle scarpe.
Su una superficie di 35.000 metri quadrati, sono esposti oltre 5.000 paia di scarpe con almeno 120 marchi rappresentati e ben 30 modelli in esclusiva per Selfridges, come Balenciaga e Marc by Marc Jacobs.
Situato al secondo piano dei grandi magazzini Selfridges di Londra, è il più grande negozio di scarpe al mondo, ed è subito diventato il nuovo tempio di culto per tutte le shoe addicted internazionali.

Desideri passare il Capodanno 2010 a Londra?
Ecco alcune offerte di ostelli per capodanno piú consigli su feste di capodanno a Londra.
Durante questo periodo, come del resto durante tutto l’anno, la cittá è letteralmente invasa di turisti che vengono a godersi l’atmosfera di festa che pervade la cittá.
Se non avete mai trascorso il Capodanno a Londra questa è l’occasione giusta per un’esperienza da fare almeno una volta nella vita.
I principali club organizzano per fine anno serate al di fuori del pensabile con i migliori dj del mondo in console.

Oggi vorrei proporvi un post di confronto che a mio avviso è piuttosto interessante.
Materia della contrapposizione: Londra, naturalmente.
L'idea è nata leggendo il post di un blog inglese che seguo: The Duchess of Devonshire Gossip Guide, molto interessante e, tra l'altro, ispirato dalla figura di Georgiana Cavendish, 5° duchessa del Devonshire che, torno a ripetere, non è la stessa Georgiana a cui si fa riferimento in questo blog.

In vista del Natale 2010, non possiamo far altro che cominciare a darci da fare per trovare il regalo adatto ai propri cari ed organizzare qualche bella gitarella fuori porta, alla scoperta di mercatini natalizi.
Oggi conosceremo il mercatino natalizio di Londra, un vero spettacolo per gli amanti del Natale, che per questo 2010 si svolgerà dal 19 novembre al 23 dicembre presso il Southbank Centre a London Eye da Domenica a Giovedì dalle 11.00 alle 20.00 ed il venerdì e sabato dalle 10.00 alle 22.00 e si chiama Christmas Market at London’s South Bank.
Sempre nella splendida Londra a Natale 2010 c’è il Christmas Market, dal 20 novembre al 09 gennaio 2011 presso la Tower of London con un orario dalle 10.00 alle 21.00.

Un giovanissimo Churchill disse: ” Non c’è niente di più eccitante per una donna che vedersi omaggiare da un uomo che si toglie la bombetta, un gesto semplice e il gioco è fatto! “
Il copricapo di feltro bombato, solitamente nero, sarà un vero e proprio must-have della stagione autunnale ormai inoltrata facendosi strada direttemente dalla sua patria d’ origine, l’ Inghilterra.
Il ritorno sulle scene lo si deve alla vetrina di Austen Reed in Saint James Street, lo storico negozio londinese, e da li siamo già certi che spopolerà a breve riuscendo a conquistare il cuore di Milano.

giovedì 7 ottobre 2010

Alla scoperta dei London Docklands ... St Katharine's dock





Attraverso il ponte più famoso di Londra, il Tower Brdge e, senza volerlo, mi ritrovo in un posticino, di primo acchitto, molto romantico.
Una darsena con belle barche a vela, circondata da tante case e con un palazzo con annesso ristorante tutto infiorato.










Avevo letto dei "docklands" però ancora non avevo compreso cosa effettivamente fossero.
Praticamente mi ritrovo al St Katharine's dock, un luogo inconsueto a due passi dalla City, oggi arricchito da un piccolo porto turistico, negozi e caffetterie, nonché appartamenti di lusso (probabilmente tra i pochi a presentare le classiche persiane avvolgibili così tanto in uso in Italia).










I London Docklands fin dal 1800 erano un complesso di infrastrutture portuali lungo le rive del Tamigi.
St Katharine Docks, uno dei dockland più importanti di Londra, è stata gravemente danneggiata dai bombardamenti tedeschi durante la seconda guerra mondiale e in seguito non sono mai stati pienamente recuperati e utilizzato come porto commerciale.










A causa della incapacità di far fronte alle grandi navi moderne fu una delle prime ad essere chiusa, nel 1968, e le infrastrutture sono stati venduti al Greater London Council.
La maggior parte dei capannoni sono stati demoliti e in gran parte sostituite da moderni edifici commerciali nei primi anni 1970, con le banchine stesse diventando un porto turistico.

The Tower of London - La Torre di Londra





Proveniente dalla City mi dirigo sulla riva del Tamigi e da lontano intravedo la mia meta finale: il Tower Bridge e la Torre di Londra.










Alle 16:35 arrivo finalmente davanti alla Tower of London.
Ho sempre osservato questa specie di castello dalla parte opposta del Tamigi oppure percorrendo il Tower Bridge e mi sono sempre chiesto cosa mai ci sarà li dentro e se vale la pensa entrarci e visitarlo.

Acquisto il biglietto per l'ingresso (17 pound), approfitto per espletare qualche bisognino nei bagni messi a disposizione dei turisti (0,50 centesimi ben spesi) e finalmente posso tranquillizzare lo stomaco con un sandwich acquistato in un negozietto nella City.
Un ricco sandwich con pollo, pomodori, lattuga e cetrioli ... il tutto condito con una salsa non meglio idendificata ... ma con 2 pound non è che si può pretendere di mettersi a contestualizzare il tipo di salsa.










Passeggiando all'esterno della Torre sulla riva del Tamigi avrei desiderato anche assaggiare alcune ostriche affogate nello champagne ... mi sono solo limitato a fotografarle e videoriprenderle.










Dopo essermi strafogato il paninozzo inizio il tour nella Torre di Londra.
Devo ammettere che ... girare tra le varie stanze di questa specie di castello, incamminarsi lunghi i tanti percorsi e camminatoi da l'impressione di rivivere "momenti storici".
Infatti questo complesso di fortificazioni fu teatro di innumerevoli e celebri episodi storici ed è ancora oggi tradizionalmente uno dei simboli della monarchia inglese e custodisce tra l'altro i preziosi gioielli della Corona.










La Torre fu costruita dal 1066 al 1078 da Guglielmo I il Conquistatore.
Egli fu il primo re dell'Inghilterra della dinastia dei Normanni e conquistò il territorio inglese invadendolo con l'appoggio di una vasta coalizione europea.
Si fece incoronare a Westminster e divenne quindi capostipite della dinastia normanna d'oltremanica.
Egli ordinò che la "Torre Bianca" venisse costruita all'interno delle mura nella zona sudest adiacente al Tamigi.
Questa fortezza serviva sia per proteggere i Normanni dalla gente della “City of London” sia per proteggere la città stessa dagli invasori esterni.

In seguito Enrico III trasformò la torre nella principale residenza reale.









Questa fortezza medioevale fu utilizzata anche come prigione per personaggi di alto rango e per dissidenti religiosi.
I personaggi di alto rango erano incarcerati in condizioni di relativo comfort.
Viceversa i dissidenti religiosi erano trattati più severamente e spesso torturati.
I criminali non appartenenti alla classe nobiliare, venivano solitamente impiccati in esecuzioni pubbliche all'esterno della torre.
La Regina Anna Bolena, decapitata nel 1536 per tradimento contro Re Enrico VIII, si dice venga spesso avvistata mentra cammina attorno alla torre con la testa sotto braccio.
L'ultima esecuzione all'interno della Torre fu quella della spia tedesca Josef Jakobs il 14 agosto 1941.










Tra gli strumenti di tortura utilizzati nella Torre i più terribili furono la Cicogna e la Ruota.
La "tortura della cicogna" si effettuava con uno strumento che creava la sofferenza della vittima attraverso l’immobilizzazione con cerchiatura al collo della testa e contemporaneamente dei polsi e delle caviglie.
La "tortura della ruota" consisteva invece nel legare il condannato per il polsi e le caviglie ad una grande ruota e con una mazza gli venivano rotte le ossa di braccia e gambe.
Alla fine per abbreviare l'agonia gli veniva dato il colpo di grazia sullo sterno, provocandone la morte.















Dagli archivi Anne Askew risulta esser stata l’unica donna sottoposta a tortura.
Fu arrestata nel 1546 con l’accusa di eresia.
A Sir Anthony Kingston, ufficiale della Torre di Londra, fu ordinato di torturare Anne nel tentativo di costringerla a rivelare i nomi degli altri Protestanti.
Anne fu torturata con la Ruota.
Kingston fu così impressionato dal coraggio e dall’atteggiamento di Anne, che si rifiutò di proseguire con le torture.
Purtroppo il suo destino era ormai segnato ... fu bruciata viva nella pubblica piazza in quanto "eretica".

Nel leggere dalla guida queste notizie storiche e nel vedere quegli strumenti di tortura viene da chiedersi: come mai la religione "derivante dagli insegnamenti di Gesù" era così terribile quanto si trattava di giudicare e condannare, tra indicibili sofferenze e incredibili torture, persone giudicate come eretici, streghe o omosessuali??















Nel 1974, ci fu l’esplosione di una bomba nella "White Tower" con un morto e 41 feriti.
L’attentato non è mai stato rivendicato, tuttavia la polizia che investigò sul caso ebbe diversi sospetti che l’IRA fosse coinvolta.









Oggi la più bella fortezza medioevale d'Inghilterra è principalmente un’attrazione turistica.
Nella Jewel House sono conservati (e visitabili) i gioielli della corona, una collezione di oggetti preziosi, corone varie utilizzate da diverse regine e pietre preziose.
Originariamente il tesoro reale era conservato nell'abbazia di Westminster ma dal 1303, per questione di sicurezza, fu dislocato nella torre di Londra.

Avviso per i visitatori: è purtroppo vietato fare foto e video.

Ci sono molte stanze dell'Armeria Reale in cui è esposta una ricca collezione di armature.
E' inoltre possibile visitare uno scampolo delle mura della fortezza romana.

Nell'osservare l'armatura qui di fianco una coppia di italiani, tra risatine ironiche, hanno espresso il seguente commento: "Ma cosa ci teneva in quel posto? ... un mini bazooka?".

Beh ... in effetti ... !!

La torre è presidiata dagli “Yeomen Warders” (conosciuti anche come Beefeaters, cioè Mangiatori di carne), i quali fungono da guide turistiche, sicurezza, e sono loro stessi un’attrazione turistica.










Ogni sera, le guardie partecipano alla “Cerimonia delle Chiavi”, per rendere sicura la torre durante la notte.

Sarà pure una bella divisa quella delle Giubbe Rosse di sua Maestà ... però nel vedere un uomo che deve stare per ore tutto immobile, con un berrettone che gli copre gli occhi, bersagliato da fotocamere e videocamere, con turisti che si mettono in posa al suo fianco ... che ogni tanto si muove mimando una marcetta comica ... beh ... mi è scappato un pensiero ad alta voce ... "ma che vita di m--da !!"










Chi sono i più celebri abitanti della Torre??
Incredibile ma vero ... è una colonia di corvi.
È comunemente risaputo che ci sono sempre stati almeno sei corvi all'interno della residenza.

Una leggenda racconta che Carlo II ordinò la loro rimozione in seguito alle proteste dell’astronomo reale John Flamsteed, il quale lamentava disturbi nelle osservazioni dovuti al passaggio dei corvi.

Tuttavia essi non furono eliminati poiché a Carlo fu riferita una leggenda secondo la quale, se tutti i corvi avessero lasciato la Torre di Londra, la monarchia e l’intero regno sarebbero caduti.
Re Carlo non se la sentì di sfidare il fato e decise di spostare l’osservatorio a Greenwich.

Non si sa quando i corvi si stabilirono qui per la prima volta, tuttavia, le ricerche di Geoff Parnell, lo storico ufficiale della torre, hanno trovato che i primi documenti riguardanti i corvi nella torre risalgono al 1895.

A dispetto della leggenda, alla fine della Seconda guerra mondiale la torre era completamente priva di corvi.
Essi perirono a causa dello shock subito durante i bombardamenti.
Prima della riapertura al pubblico della torre alla fine della seconda guerra mondiale (il 1 gennaio 1946) ci si assicurò che una nuova comunità di corvi fosse presente.

Attualmente, (a detta della guida ma io ne ho visto di meno) ci sono nove corvi, le cui ali sono state sfoltite per evitare che volino via e sono accuditi da uno dei Yeomen Warders.

Sono rimasto quasi due ore dentro la Tower of London, l'ho visitato nella sua interezza ... e alla fine la stanchezza inizia a farsi sentire ... e i piedi chiedono di fermarsi per riposarsi un pò.

Mi siedo su una panchina davanti al Tower Bridge e mentre i piedi si riposano (quanta voglia di togliermi scarpe e pedalini!!) cerco di dare sollievo anche al palato ... dando l'assalto al secondo sandwich "pollo e ortaggi vari".